comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 22:31 METEO:SAN MINIATO11°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
mercoledì 20 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Segre: «Le parole di Salvini? Sono scaramantica, mi allungano la vita»

Attualità sabato 09 gennaio 2021 ore 19:00

Superiori, 32 autobus in più e tutor alle fermate

Le fermate degli autobus al villaggio scolastico di Pontedera

In vista dell'11 Gennaio, giorno di ripresa delle lezioni in presenza nelle scuole superiori, ecco il piano varato da Prefettura, Provincia e Ctt Nord



PISA — Un articolato Piano operativo, approvato dal Prefetto Giuseppe Castaldo lo scorso 22 Dicembre, è stato predisposto dal Tavolo di coordinamento che si è periodicamente riunito in Prefettura per garantire un trasporto in sicurezza - ovvero bus non affollati vista l'emergenza Covid - per gli studenti degli istituti superiori di Pisa, Valdera, comprensorio del Cuoio e Alta Valdicecina, chiamati a tornare in aula da lunedì 11 Gennaio per lezioni in presenza al 50 per cento. Al Tavolo hanno partecipato l’assessore regionale ai Trasporti, Stefano Baccelli, il presidente della Provincia, Massimiliano Angori, i dirigenti dell'Ufficio Scolastico provinciale e della Motorizzazione civile, Fabio Pagliazzi, e Lorenzo Loreto, nonché i sindaci dei Comuni sedi di istituti, assieme al rappresentate della Ctt Nord.

Il tema è stato anche oggetto del Comitato provinciale Ordine e Sicurezza Pubblica, con successivi tavoli tecnici tenuti dal Questore di Pisa, Gaetano Bonaccorso, per definire le modalità di cooperazione tra le Forze di Polizia, le Polizie locali e gli altri soggetti in campo.

Il Piano si è articolato su tutti i bacini di trasporto provinciali (Pisa, Pontedera, Volterra, Cascina e San Miniato), coinvolgendo i 19 istituti superiori presenti (tra statali e parificati) e una complessiva platea di 17mila studenti, circa 5.000 dei quali utenti del trasporto pubblico locale extraurbano. Previsto l’utilizzo di 32 autobus aggiuntivi, con corse supplementari, in coerenza con lo scaglionamento degli orari di ingresso e uscita delle classi, operato dai dirigenti scolastici.

E' stato battezzato "Ti Accompagno" il progetto, finanziato dalla Regione Toscana e approntato dalla Provincia di Pisa quale ente capofila. Sono 21 le fermate o aree di alta criticità che, individuate su tutto il territorio provinciale, saranno presidiate da personale opportunamente formato (tutor) per assicurare un’efficace informazione e controllo del livello di affollamento e comportamentale degli utenti del trasporto pubblico, affinché gli studenti possano viaggiare in autobus in sicurezza rispettando le norme anti-Covid. Tra le aree più critiche, ovviamente, troviamo la stazione Ctt di via Battisti a Pisa e il piazzale dello stadio a Pontedera, che serve l'intero villaggio scolastico.

I tutor saranno persone messe a disposizione da associazioni del terzo settore (circa 30 persone), dalla Ctt Nord e dalla Provincia di Pisa stessa, con l'importante contributo di Arnèra che ha messo a disposizione del proprio personale.

"Sono state individuate, in collaborazione con Cct Nord - hanno spiegato dalla Provincia, le fermate e/o zone (autostazioni) che nel periodo di apertura delle scuole hanno evidenziato maggiori criticità in termini di presenza di utenti. Le fermate/aree individuate sono state classificate secondo due diversi livelli di criticità. Nella tipologia 1 rientrano tutti i punti che quotidianamente possono risultare affollati, mentre nella tipologia 2 rientrano le fermate che solo più sporadicamente possono registrare significativi livelli di affollamento e comunque tendenzialmente sempre inferiori ai punti di tipologia 1".

Il piano è stato messo a punto dalla Provincia in accordo con il Comune di Pisa, competente per il servizio urbano del capoluogo, l’Unione Valdera, il Comune di San Miniato per il comprensorio del Cuoio ed il Comune di Volterra per l'Alta Valdicecina, nonché gli enti componenti l’Ufficio territoriale di Tpl della provincia di Pisa.

 “Il progetto – ha spiegato il presidente della Provincia, Massimiliano Angori - si svilupperà nel corso di questo anno scolastico nei giorni di apertura delle scuole. Tutti gli operatori selezionati per le attività di tutoraggio/accompagnamento dei viaggiatori saranno opportunamente selezionati e formati per assicurare un approccio ottimale nei confronti degli utenti del TPL, in questo caso giovani, sotto diversi profili: educativo, informativo, comunicativo”.

In caso di necessità tutto il personale impiegato potrà inoltre collegarsi direttamente con gli operatori responsabili dell’ordine pubblico (Polizia Municipale, Carabinieri, ecc.) per richiedere in eventuali casi valutati particolarmente critici, l’intervento di soggetti abilitati a garantire l’ordine pubblico, oltre al rispetto delle norme comportamentali per l’accesso agli autobus. 

Il sistema dei tutor alle fermate più critiche potrà essere migliorato, se necessario. "Di fatto la Regione ha già coordinato un monitoraggio costante in partenza da lunedì 11 - ha detto in proposito Angori - che vedrà impegnate anche la Provincia e la Prefettura di Pisa al fine di fronteggiare tempestivamente le eventuali criticità e verificare puntualmente l'evoluzione del meccanismo messo a punto in queste ultime settimane".

“È un aspetto fondamentale – ha aggiunto il prefetto Castaldo riguardo al monitoraggio - , su cui chiedo la collaborazione forte di tutti gli attori interessati. Rivolgo il mio personale appello a tutti gli studenti affinché assicurano il loro contributo, mantenendo alta la consapevolezza dell’importanza di comportamenti responsabili, sia nell’utilizzo dei presidi individuali (mascherine, gel, ecc.) che per l’osservanza delle regole di distanziamento durante la permanenza a scuola e nei tragitti percorsi”.

“La ripresa in presenza delle lezioni nelle scuole secondarie di secondo grado – ha sottolineato ancora il prefetto - ha comportato una grande sinergia tra tutti gli attori istituzionali e i soggetti interessati, che ringrazio per i contributi e l’impegnativo lavoro svolto. Si è così giunti alla definizione di misure per garantire l’adeguato potenziamento del trasporto locale; il raccordo con gli orari di inizio e termine delle attività didattiche, opportunamente sfalsati; il presidio delle fermate per evitare assembramenti in fase di accesso o discesa dai mezzi”.



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità