QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
SAN MINIATO
Oggi 5° 
Domani -6°5° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
venerdì 14 dicembre 2018

Attualità martedì 31 luglio 2018 ore 12:15

"Acque faccia marcia indietro sugli aumenti"

La richiesta arriva dalla Cgil, preoccupata circa l'aumento delle bollette - di circa il 5 per cento a utenza - sulle tariffazioni da gennaio 2018



PISA — La Cgil di Pisa chiede all'azienda Acque Spa di tornare indietro rispetto alla decisione di applicare l'aumento delle bollette dell'acqua, previsto da gennaio scorso. L'incremento, che viene motivato per coprire i forti investimenti per la manutenzione e l'ammodernamento degli impianti idrici, "inciderà pesantemente - sottolineano dal sindacato - sui bilanci familiari, fra l'altro già gravati dagli aumenti di luce e gas".

L'aumento previsto di circa il 5,4 per cento a utenza è per la Cgil "un vero salasso". "Gli ultimi dati Istat - scrivono - parlano chiaro: le famiglie in difficoltà, gli anziani con le pensioni minime, i giovani senza lavoro, sono in aumento, anche nella nostra città.  La Cgil di Pisa, con lo Spi di Pisa, è impegnata da anni nella contrattazione sui bilanci di previsione dei 37 comuni della Provincia per spostare le risorse verso il sostegno ai lavoratori, ai pensionati, ai disoccupati anche attraverso la politica di contenimento delle tariffe e delle tasse comunali. Uno sforzo importante che ripeteremo, a partire da settembre per i bilanci di previsione 2019, inviando la nostra piattaforma unitaria".

"Un lavoro importante - concludono - che vede diminuita la sua azione positiva se le aziende pubbliche partecipate dagli enti decidono di praticare una politica tariffaria che va nella direzione avversa e contraria al lavoro che il Sindacato svolge per sostenere ed aiutare gli strati sociali più fragili. La Cgil di Pisa, con lo SPI di Pisa, chiede ai Sindaci degli Enti della Provincia di sostenere la linea di contenimento delle tariffe da noi rivendicata e spesso condivisa ai tavoli della contrattazione sociale".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità