Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:40 METEO:SAN MINIATO7°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
lunedì 06 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Il crollo degli edifici ore dopo il sisma in Turchia: i video ripresi con gli smartphone

Attualità mercoledì 16 novembre 2022 ore 12:20

Niente luminarie in centro e a San Miniato Basso

I due Centri commerciali naturali dicono stop alle luci di Natale a fronte dei costi eccessivi dell'energia: "In linea con il periodo, serve sobrietà"



SAN MINIATO — Il caro energia spegne le luci natalizie anche a San Miniato. I Centri commerciali naturali del centro storico e di San Miniato Basso, infatti, hanno annunciato che non ci saranno le luminarie di Natale.

"Ci dispiace molto vedere il nostro centro storico spento - ha commentato Edi Gori, presidente dell'associazione dei commercianti del centro storico - ma crediamo che quest'anno sia il caso di rimanere più sobri e in linea con il periodo che ci impone di evitare qualsiasi spreco energetico".

"Intendiamo dare un segnale di particolare sensibilità rispetto al risparmio energia e costi, rappresentando per l’associazione commercianti la voce più significativa nel bilancio - ha aggiunto Pierfranco Speranza, omologo dei commercianti della frazione - ci stiamo impegnando per creare addobbi natalizi non luminosi, con lo scopo di rendere le nostre attività accoglienti e favorire gli acquisti natalizi".

Del resto, dopo gli anni della pandemia che hanno costretto molti esercizi commerciali ad adottare misure alternative per far fronte alle difficoltà, questo Natale sarà all'insegna della sobrietà, per dare un segnale importante e, al tempo stesso, non gravare sulle tasche dei commercianti, che contribuiscono in gran parte alle luminarie della propria zona.

"Come amministrazione condividiamo in pieno questa scelta - ha detto l'assessora al Commercio, Elisa Montanelli - anche alla luce delle molte richieste che ci stanno pervenendo dagli esercenti e dalle aziende del territorio, proprio per sopperire ai costi delle utenze. Come Comune abbiamo visto triplicare le utenze anche per tutti gli edifici pubblici, a testimonianza dell'impatto che il caro bollette sta avendo in tutti i settori".

"L'amministrazione ha comunque deciso di mantenere il contributo annuale riservato alle associazioni dei commercianti, in modo da permettere alle associazioni di individuare altre forme di promozione del commercio di vicinato - ha concluso - ci auguriamo che tutto il tessuto sociale si stringa attorno ai commercianti aderendo alle loro iniziative e facendo sempre più acquisti nei negozi di vicinato".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Confcommercio si fa portavoce delle richieste dei commercianti: "Dalle 19 i clienti evitano il centro per paura delle multe”
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità