Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:51 METEO:SAN MINIATO9°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
lunedì 28 novembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
La moglie di Soumahoro non risponde alle domande: il video di 'Non è l'Arena'

Attualità mercoledì 21 gennaio 2015 ore 12:19

Leo Club dona un futuro ai ragazzi non vedenti

UniLeo4Light è un progetto rivolto alle Università Italiane. Grazie a questi fondi l'ateneo pisano è dotato di ausilii di studio per non vedenti



TOSCANA — Il Leo Club - Italy  ha donato all'Università di Pisa delle postazioni studio per non vedenti e ipovedenti grazie al progetto Unileo4light, il cui obiettivo è proprio quello di utilizzare i fondi raccolti (circa 600 mila euro su tutto il territorio nazionale) per sostenere ed incentivare lo studio e la crescita professionale dei ragazzi disabili della vista che decidono di proseguire il loro percorso di studi o professionale attraverso il conseguimento di lauree, diplomi o certificati. 

"Il progetto che è partito da ormai 5 anni a livello nazionale e che è stato realizzato grazie alla vendita di gadget nel periodo natalizio e pasquale - spiega Giacomo Martini, il nuovo presidente del Leo club toscano - ha già attivato molte postazioni nei vari atenei italiani. Oggi il nostro compito come distretto è quello di monitorare e mantenere le postazioni installate, una a Pisa e una a Firenze, e soprattutto promuovere l'esistenza di questi strumenti tra tutti i potenziali utenti che potranno usufruirne". 

L'installazione di queste postazioni comprende più step. Prima di tutto la fornitura di ausili e tecnologie che permettano al singolo studente di effettuare liberamente i propri studi; in secondo luogo viene fornito alle singole Università il know-how e le tecnologie per preparare il materiale didattico indispensabile al ciclo di studi del singolo studente; in ultimo verranno creati dei database di testi già "convertiti" per l'utilizzo e renderla disponibile a tutti gli studenti universitari attraverso la biblioteca on-line del Libro Parlato Lions.

"La postazione presso l'Università di Pisa è stata inaugurata il 25 settembre 2009 - racconta Vanessa Valiani, responsabile distrettuale - e si trova nella biblioteca del dipartimento di matematica e fisica. Mi auguro che lo strumento sia utilizzato visto che ci sono molti studenti iscritti con questo tipo di patologia e molto presto andremo ad aggiornare il sistema operativo per dare a questi ragazzi la possibilità di utilizzare strumenti appropriati alle loro esigenze". 

Ad oggi le postazioni inaugurate nelle università pisane sono 35: Università di Brescia Napoli "Federico II", Torino, Palermo, Pisa, Trento, Verona, Genova, Udine, Potenza, Roma Tre, Padova, Bologna, Bergamo, Pavia, Modena, e Reggio Emilia, Cagliari, Catanzaro, Firenze, Bari, Perugia, Roma "S.Pio V", Piemonte Orientale, Trieste, Catania, Messina, Molise, Lecce, Salerno, Sassari, Calabria, Varese, Camerino. Prossimamente saranno inaugurate anche le postazioni nelle Università di Ancona, Politecnico di Torino, e Teramo.

Attraverso l'intervento nelle 35 Università sopra citate i Leo aiutano oltre 1000 studenti disabili della vista. E con molte altre Università i Leo hanno già preso i contatti e stanno effettuando una proposta di collaborazione.


© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Dal bollettino regionale i dati aggiornati alle ultime 24 ore. In Toscana sono state accertate oltre 1500 nuove positività
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità