Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:35 METEO:SAN MINIATO16°21°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
giovedì 29 settembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Boldrini contestata alla manifestazione per il diritto all'aborto: «Vada via da questa piazza»

Attualità giovedì 22 gennaio 2015 ore 16:11

Fontanelli e Baldacci ricordano l'amico Lucchesi

Il deputato e il coordinatore Pd del Valdarno scrivono una lettera in memoria di colui che ha fatto la storia del Pci negli anni 70



COMPRENSORIO DEL CUOIO — Oggi è arrivata la notizia della scomparsa del compagno Franco Lucchesi, una figura importante per la politica santacrocese degli anni Settanta, un operaio che ha rappresentato la classe operaia sia a livello politico che sindacale.

Ecco come lo ricordano il deputato Paolo Fontanelli e il coordinatore Pd nel Valdarno Inferiore Massimo Baldacci : "Nella prima metà degli anni '70 Franco Lucchesi era segretario della sezione del PCI di Santa Croce sull'Arno ( che a quel tempo aveva più di mille iscritti), ed era capogruppo in Comune, dove era sindaco Adrio Puccini. Ma per noi che allora non avevamo ancora vent'anni ed eravamo gli ultimi arrivati nel comitato direttivo della sezione era soprattutto un operaio metalmeccanico delle Officine Gozzini, e rappresentava ai nostri occhi l'impegno e la capacità di direzione politica della classe operaia. E dell'operaio aveva tutte le caratteristiche: l' antica dignità e moralità, la concretezza, l' estrema sobrietà e perfino la parsimonia. Erano anni importanti: anche a Santa Croce alla fine degli anni '60 c'erano state importanti lotte operaie, si stava iniziando a discutere dei problemi dell'impatto ambientale dell'industria conciaria, c'era una grande vivacità e anche un grande radicalismo dell'associazionismo culturale e sportivo e anche nella sezione del PCI non era sempre facile il rapporto tra i ragazzi che si iscrivevano alla FGCI sull'onda di tutte queste suggestioni soprattutto ideali e i cinquantenni di allora, che venivano dal PCI della Resistenza, della ricostruzione e della guerra fredda. Fu lì che di Franco imparammo ad apprezzare la saggezza, l'equilibrio, le capacità di mediazione. Anche dopo che uno di noi due (Massimo Baldacci) gli successe nella carica di Segretario di sezione nel 1975, e contemporaneamente l'altro (Paolo Fontanelli) cominciò a essere impegnato in incarichi di livello provinciale, Franco continuò la sua militanza in consiglio comunale, nel partito e nel sindacato sempre attento e sensibile ai problemi della comunità locale. Negli ultimi anni era impegnato nello SPI CGIL, e capitava di vederlo parecchie volte alle feste de l'Unità, a S. Croce e a S. Miniato. Se ne va con lui un altro pezzo bello della nostra storia."


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sul territorio comunale l'amministrazione ha installato i dispositivi nelle vie di accesso di Montopoli. Capecchi: "Obiettivo di mandato raggiunto"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca