Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:02 METEO:SAN MINIATO10°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
lunedì 28 novembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
La moglie di Soumahoro non risponde alle domande: il video di 'Non è l'Arena'

Attualità lunedì 22 dicembre 2014 ore 15:37

Ferraro: "Pedaggio Fi-Pi-Li, un atto vergognoso"

Il Nuovo Centro Destra si ribella contro un ipotetico pagamento per accedere ad un arteria stradale fondamentale per l'economia della regione



SAN MINIATO — Dopo la visita del viceministro Nencini nel territorio di San Miniato, il capogruppo del Nuovo Centro Destra, Roberto Ferraro, esprime la sua opinione sulla possibilità di mettere a pagamento il tratto della Fi-Pi-Li. 

"Pochi giorni fa il Viceministro, probabilmente ossessionato dalla necessità di compiacere il Presidente del Consiglio, ha sostenuto la necessità di spendere alcune centinaia di milioni di euro per dotare Firenze di un inutile e forse anche pericoloso aeroporto, e tale spesa sarebbe motivata, a suo dire, dal fatto che l’aeroporto di Pisa presenterebbe grosse problematiche di efficienza.

Per fortuna la tesi della scarsa efficienza dell’aeroporto di Pisa, tesi che ai più è sembrata essere la barzelletta dell’anno, è stata immediatamente smentita da un autorevole esponente del partito di Nencini.

Non pago della brutta figura fatta in materia aeroportuale il Viceministro in visita a San Miniato si è avventurato in un altro terreno scivoloso, il pedaggio della Fi-Pi-Li.

Sostanzialmente a San Miniato è stata avvalorata  l'idea dell’introduzione del nuovo balzello, eufemisticamente chiamato pedaggio autostradale.

Qualcuno ha cercato di proporre mitigazioni all’eventuale pedaggio, ma qualunque mitigazione si possa inventare, l’avvio del nuovo balzello sarebbe solo un atto sconsiderato.

In un momento in cui i cittadini si trovano in grosse difficoltà per far fronte al pagamento di tasse vecchie e nuove, in un momento in cui le famiglie fanno fatica a pagare gli elementari pubblici servizi diventati sempre più onerosi, ideare una nuova tassa è fuori da ogni logica. Anzi è un atto vergognoso.

I cittadini già pagano un salato bollo annuale sulle autovetture, già pagano quotidianamente l’ineludibile balzello quotidiano dei parcheggi. Ora si vorrebbe che pagassero anche l’accesso alle strade.

La Fi-Pi-Li non è un’autostrada costruita per andare in villeggiatura, ma un’arteria fondamentale per l’economia e per i rapporti sociali di una intera regione e per di più non esistono decenti strade alternative. Per la manutenzione della Fi-Pi-Li i cittadini già pagano fior di tasse, Irpef, Iva, Irap, Imu, Tasi e cento altre.

Se qualche Ente pubblico si trova in difficoltà finanziarie perché in passato ha sperperato milioni di euro, e la miseranda vicenda della bretella Prato-Signa pagata anticipatamente 30 milioni di euro e mai realizzata è solo un esempio recente, si metta in testa che oltre alla voce “aumento tasse” c’è anche la voce “riduzione spese” molte delle quali, come recenti scandali dimostrano, sono assolutamente comprimibili.

Il problema pedaggio della Fi-Pi-Li è stato messo sul tappeto. Ora spetta ai cittadini farsi sentire ed esprimere con forza il proprio dissenso nei confronti di un provvedimento da repubblica delle banane". 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Dal bollettino regionale i dati aggiornati alle ultime 24 ore. In Toscana sono state accertate oltre 1500 nuove positività
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca