Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:27 METEO:SAN MINIATO18°34°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
mercoledì 17 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Inondazioni a Toronto, la villa di Drake invasa dall'acqua
Inondazioni a Toronto, la villa di Drake invasa dall'acqua

Politica venerdì 21 giugno 2024 ore 20:00

Mini ha scelto la prima Giunta di centrodestra

Il municipio di Castelfranco di Sotto

Il neo eletto sindaco ha partecipato alla prima seduta del Consiglio comunale, con polemica delle opposizioni. Ecco la sua nuova squadra



CASTELFRANCO DI SOTTO — Il successo di Fabio Mini, divenuto primo sindaco di Castelfranco appartenente al centrodestra, risale soltanto a un paio di settimane fa. Sconfitto l'ormai ex vicesindaco Federico Grossi, il primo cittadino ha partecipato al suo primo Consiglio comunale con la fascia tricolore e ha varato anche la prima Giunta di centrodestra della città.

A fare da vice è Monica Ghiribelli, esponente di punta della Lega e già candidata 5 anni fa, alla quale Mini ha assegnato le deleghe ai Lavori pubblici, al Patrimonio, alla Sicurezza e alla Polizia Municipale. 

Quindi, gli altri assessori, a cominciare da Giuseppe Calò, già assessore in passato, che ha ricevuto invece le deleghe allo Sviluppo economico, alle Politiche cimiteriali, all'Associazionismo del capoluogo. Quindi, Nicola Sgueo, assessore alla Scuola, alla Cultura, all'Ambiente e all'Associazionismo delle frazioni, Filomena de Donato, per le Politiche sociali e l'Associazionismo sociosanitario, e Davide Bartoli, responsabile per lo Sport, l'Associazionismo sportivo, Protezione Civile e Frazioni.

Mini, da sindaco, ha deciso di mantenere per sé deleghe cruciali come quella al Bilancio, all'Urbanistica e al Personale, oltre agli Affari generali e ai Servizi demografici.

E proprio la prima seduta dell'assemblea è stata l'occasione per la prima polemica tra maggioranza e opposizione. Il gruppo del centrosinistra, capeggiato proprio da Federico Grossi, e composto anche da Ilaria Duranti, David Boldrini e Simone Benedetti, ha infatti contestato la modalità di convocazione del Consiglio comunale.

"Mai nella storia di questo Comune la seduta d’insediamento è mai stata convocata d’urgenza e, ancor più grave, senza alcuna comunicazione o informazione preventiva ai gruppi di minoranza - hanno affermato - una totale mancanza di rispetto, di competenza del nuovo sindaco oltre a un inizio di gestione difficilmente comprensibile, se non che alcuni componenti della nuova maggioranza di centrodestra nei prossimi giorni se ne debbano andare in vacanza, come parrebbe, piegando la massima istituzione a livello locale a esigenze personali.

"Il neoeletto sindaco inizia questa legislatura nel peggiore dei modi possibile, dimostrando la propria incapacità di gestione e la totale mancanza di rispetto del Consiglio comunale - hanno concluso - nei comuni con meno di 15mila abitanti, il sindaco è prima di tutto presidente del Consiglio comunale e garante del suo buon funzionamento: ci dissociamo e prendiamo le distanze nella maniera più categorica queste modalità di gestione".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Le indagini erano scattate nel 2020, durante l'emergenza Covid. Oggi il maxi sequestro da 35 milioni di euro che tocca anche le province di Pisa e Lucca
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Cronaca