Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:SAN MINIATO10°13°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
venerdì 01 marzo 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Cinema, addio a Paolo Taviani

Attualità mercoledì 21 febbraio 2018 ore 16:30

Come utilizzare il glifosato nei terreni

E' stato organizzato un incontro con le associazioni di categoria. Dal Comune: "Si può usare ma si deve lavorare per le tecniche alternative"



CASTELFRANCO DI SOTTO — Lunedì 19 febbraio si è svolto un incontro convocato dal sindaco, Gabriele Toti, con le associazioni di categoria del settore agricolo della provincia di Pisa per affrontare la tematica della modalità di impiego di tecniche agricole, ed in particolare dell’agricoltura biologica e dell’utilizzo di prodotti contenti il principio del glyphosato

L’Amministrazione Comunale, con l’ufficio Ambiente, ha incontrato l’Associazione Cia, nella persona di Marco Cassia e l’Associazione Coldiretti nella persona di Francesco Lai con cui ha affrontato le varie questioni sul tavolo guardando ai problemi contingenti ma soprattutto con uno sguardo rivolto al futuro.

Si tratta di un primo incontro che il Comune ha organizzato, confidando di proseguire in modo costruttivo con le associazioni di categoria: "I successivi passaggi dovranno vedere il coinvolgimento degli stessi agricoltori - hanno spiegato dal Comune - con lo scopo di favorire ad ogni livello, la qualità dei prodotti e la filiera corta e la incentivazione e diffusione dell’agricoltura biologica".

“È indubbio che l’amministrazione voglia tutelare prioritariamente il diritto alla salute dei propri cittadini, nonché la salute dell’ecosistema della flora e della fauna, la biodiversità. Non è legalmente possibile, intervenire nel bloccare l’utilizzo del diserbante glyphosato in agricoltura. Una delibera della giunta regionale stabilisce già che è vietato l’uso non agricolo - ha commentato il sindaco Toti - Possiamo favorire una riflessione sulla possibilità di utilizzo di metodi alternativi d’agricoltura. Fare questo percorso richiede tempo ed il coinvolgimento degli attori interessati. Oggi l’agricoltura e soprattutto chi la esercita assolve ad una funzione di presidio del territorio". 

"Vi è una funzione che va tutelata - ha aggiunto Toti - Per questo occorre discutere con i soggetti interessati a partire dalle associazioni di categoria, agricoltori e quanti possono essere interessati per questo percorso. Una volta fatti questi passaggi saranno effettuati degli incontri con la popolazione. L’utilizzo delle glyphosate infatti, pur consentito, sicuramente rappresenta un momento di attenzione da parte della cittadinanza, come testimoniato anche da alcune segnalazioni che era pervenute ai vari enti. Questa discussione va svolta anche considerando le particolarità ambientali che il territorio del comune, ed in particolare delle frazioni, presenta con territori a vocazione agricola, ed un diffuso problema di subsidenza del terreno, aree non coltivate, insieme a boschi spesso non tenuti in maniera adeguata. Proprio per la funzione ambientale che il territorio offre, mettendo insieme le varie questioni è possibile trovare una soluzione condivisa. Abbiamo iniziato con le associazioni di categoria e poi proseguiremo con gli altri incontri”. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Necessario il trattamento per studenti e personale scolastico del plesso di via delle Querce. L'alunno risultato positivo sta bene
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità