Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:27 METEO:SAN MINIATO18°34°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
mercoledì 17 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Inondazioni a Toronto, la villa di Drake invasa dall'acqua
Inondazioni a Toronto, la villa di Drake invasa dall'acqua

Interviste martedì 22 aprile 2014 ore 08:00

Aiutare mamme e papà dopo il parto: l'idea di due educatrici

Valentina Lazzeri e Sara Sollazzi

Tante le iniziative messe in piedi dall'associazione sanminiatese "Primo abbraccio". L'unico neo? "Una sede dove poter lavorare"



SAN MINIATO — Esistono percorsi di vario tipo per una donna incinta. Alcuni gestiti dall’azienda sanitaria, altri da privati e non solo, per aiutarla ad affrontare il delicato momento del parto. Ma dopo, chi aiuta i genitori nella gestione del bambino? Chi sostiene madre e padre per aiutarli ad affrontare questa nuova condizione che modifica la struttura del loro nucleo familiare?

Ed è proprio per sopperire ad una mancanza in questo senso che è nata, nel gennaio scorso, l’associazione “Primo abbraccio”, con sede a San Miniato. “Ci siamo accorte che una donna in gravidanza ha tutto il sostegno medico necessario ma che, una volta affrontato il parto, non esistono strutture in grado di aiutarla. E così, da mamme quali siamo, abbiamo deciso di creare un servizio che, a nostro avviso, qui mancava”. A parlare sono Valentina Lazzeri presidente dell’associazione, educatrice prenatale e neonatale, e Sara Sollazzi, vicepresidente, educatrice dell’infanzia


“Ci siamo conosciute all’asilo nido dove andavano i nostri due figli maggiori – raccontano -. E dopo aver parlato un po’, abbiamo deciso di affrontare questa scommessa. Il nostro è un servizio di accompagnamento dal punto di vista fisiologico e di attenzione verso i bambini, dove ciò che conta è il rapporto genitore-figlio”.

Attraverso laboratori, incontri, sedute di massaggi e molte altre attività che queste due mamme portano avanti, vogliono riuscire a garantire quel sostegno post partum che i genitori non hanno altrove. Ma l’unico neo in tutta questa iniziativa resta il fatto di non avere una sede da poter utilizzare. “Non abbiamo una struttura a cui poterci appoggiare – spiegano -. Per adesso siamo itineranti, ci appoggiamo a strutture private che ci mettono a disposizione i loro spazi. Il Comune ha patrocinato la nostra iniziativa ma non può metterci a disposizione una sede. La nostra idea sarebbe quella di arrivare a costruire un Centro polivalente dedicato a questo, dove potremmo incrementare le nostre attività fornendo anche un servizio di doposcuola, particolarmente apprezzato”.


Nonostante le difficoltà il progetto dell’associazione “Primo abbraccio” ha comunque una grande risposta da parte del territorio. “Non operiamo soltanto a San Miniato ma in tutto il Comprensorio – spiegano -. Quando abbiamo messo in piedi il progetto ‘Il rifugio delle mamme’ ci sono state molte adesioni e anche un discreto ricambio grazie ad un passaparola che è avvenuto in maniera spontanea. Durante questi incontri sono emerse differenti problematiche per le quali abbiamo deciso di organizzare conferenze aperte a tutti gli interessati”.

La prima di questa serie sarà il 9 maggio nella Sala del Bastione a San Miniato e sarà in collaborazione con la Croce Rossa Italiana sulle manovre di pediatriche salvavita. “Da queste giornate abbiamo poi intenzione di far partire dei veri e propri corsi – spiegano -, in questo modo riusciamo anche ad approfondire”.

Ma l’associazione “Primo abbraccio” non si occupa soltanto delle mamme, ma anche dei papà. “Sono state le stesse madri a chiederci incontri ad hoc per i padri – raccontano -. Da settembre metteremo in atto incontri dedicati al sostegno della paternità, in modo da riuscire ad integrare la figura paterna nel nuovo nucleo che si è costituito. Chiaramente non esistono ricette o nozioni da imparare per poter gestire il rapporto con il proprio bambino, quello che noi facciamo è di aiutare l’autocompetenza, sensibilizzando le madri ad affidarsi a ciò che sentono perché quella è la scelta giusta”.

Info: ilprimoabbraccio@gmail.comwww.ilprimoabbraccio.blogspot.it


© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Le indagini erano scattate nel 2020, durante l'emergenza Covid. Oggi il maxi sequestro da 35 milioni di euro che tocca anche le province di Pisa e Lucca
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Cronaca