QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
SAN MINIATO
Oggi 14°28° 
Domani 15°28° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
venerdì 21 settembre 2018

Attualità martedì 22 novembre 2016 ore 07:00

Salvini preoccupato per i lavoratori Ristori

Roberto Salvini ( Lega nord )

Il consigliere regionale della Lega nord: "Minaccioso conto alla rovescia per sessanta dipendenti, sta per finire il contratto di solidarietà"



FIRENZE — Il leghista Roberto Salvini, consigliere regionale eletto nel 2015 è intervenuto sulla vicenda Ristori dove 60 lavoratori stanno rischiando il posto di lavoro: "Purtroppo- ha detto Salvini - è risaputo che nella provincia di Pisa e quindi anche in Valdera, vi siano diverse situazioni di disagio che coinvolgono un numero sempre più crescente di lavoratori. Mi riferisco, ad esempio al minaccioso conto alla rovescia per circa sessanta dipendenti della Ristori, a cui, fra meno di un mese, scadrà il contratto di solidarietà, col chiaro rischio di ritrovarsi licenziati”. 

“La storica fabbrica dell’indotto Piaggio - ha ripreso Salvini - così come altre sempre legate all’azienda di Pontedera è davvero in bilico e finora i vari incontri non hanno sortito alcun effetto. La Regione Toscana ha sicuramente un ruolo chiave nella vicenda, ma, da quanto ci risulta, al momento non vi sono novità tali che possano permettere alla società di Montecalvoli di guardare con un minimo di serenità al proprio futuro”. 

“Come volevasi dimostrare - ha concluso il leghista - ora sia il Pd che Si Toscana si accorgono della perdurante e grave situazione occupazionale locale, con atti consiliari che verranno discussi in settimana; cosa che noi, anche tramite specifica richiesta all’assessore Ciuoffo (il quale, in merito, ci ha risposto in modo per nulla esauriente) avevamo segnalato a suo tempo. Come mai il Pd Mazzeo, particolarmente impegnato sul territorio per altre questioni, non s’interessa in modo adeguato e continuativo delle sue zone? Non vorremmo, poi che l’area pisana, inondata da fanghi inquinanti, diventi progressivamente il poco ambito Meridione della Toscana”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Imprese & Professioni

Imprese & Professioni