QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
SAN MINIATO
Oggi 5° 
Domani -6°5° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
sabato 15 dicembre 2018

Attualità mercoledì 01 agosto 2018 ore 11:53

Ventuno giovani di Shalom in Uganda

In partenza i volontari della onlus sanminiatese, soprattutto dalla Valdera e dal Cuoio con don Andrea e don Donato, per ultimare la Casa della pace



SAN MINIATO — Durante l’estate molti dei giovani del Movimento Shalom si sono resi disponibili con generosità e competenza ad educare i bambini e i ragazzi. Lo hanno fatto seminando felicità e valori con i bambini delle scuole materne fino ai ragazzi delle superiori. I genitori stessi e lo hanno fatto in tanti, hanno ringraziato Shalom per le conquiste di crescita, autonomia, conoscenza dei valori raggiunti dai loro figli.

L’apice delle proposte della onlus sanminiatese è però l’annuale viaggio umanitario per i giovani, l’obiettivo principale del quale è la conoscenza della realtà africana. 

"Senza un’esperienza diretta - sottolineano da Shalom - è difficile capire per esempio i motivi delle migrazioni. Vedere con i propri occhi la siccità che avanza e con lei la sterelità dei terreni, la fame e la sete, le malattie è quanto di più persuasivo per pensare ad un’accoglienza fraterna e responsabile. E’ un andare anche per capire quanto l’Africa abbia da dare all’umanità intera in termini di cultura e di umanità. I contatti con le comunità locali, solitamente caricano di entusiasmo e toccano i sentimenti più profondi, mostrando il volto bello dell’Africa".

Il viaggio, come da sempre è stato per Shalom, ha anche il compito di disilludere la popolazione locale di guardare all’occidente e in particolare all’Europa come all’eldorado che risolve tutti i loro problemi: "Gli diciamo con franchezza che non è così e che l’emigrazione illegale non è in assoluto la strada da imboccare. E’ invece fondamentale lavorare duro per lo sviluppo del continente africano. Tutto questo accompagnato dalla cultura della pace e dei diritti umani può frenare i sogni e le fughe incontrollate".

Sono 21 le persone, tutte giovani, accompagnate da don Andrea Cristiani e don Donato Agostinelli che saranno in Uganda dal 2 al 13 Agosto per ultimare i lavori al progetto Casa della pace a Mityana.

Questi i giovani in partenza: Acconci Giada (Fornacette), Agostinelli Donato (Cerreto Guidi), Aringhieri Giulia (Pontedera), Baiocchi Valeria (Porcari), Bartolini Giulia (San Miniato), Bertorelli Patrizia (Bergamo), Boddi Chiara (Fucecchio), Casapieri Lorenzo (Ponsacco), Ciarfella Lorenzo
(Ponsacco), Cristiani Andrea Pio (Fucecchio), Donati Matilde (San Miniato), Falaschi Costanza
(San Miniato), Ferretti Lorenzo Elia (Ponsacco). Giannotti Harry (Fivizzano). Macchi Simone (Ponsacco), Morelli Dario (Pienza), Nokho Isakha (Fucecchio), Patrinostro Gianmarco (Castelfiorentino), Romeo Francesco (Fucecchio), Sgherzi Rebecca (Firenze), Zangari Nazareno (Fucecchio).

“Così tanti giovani - è il commento don Andrea, fondatore del Movimento Shalom - che scelgono un campo di lavoro in Africa e stringono legami con loro coetanei africani è un segno forte e potente che il bene, malgrado tutto, avanza. Solitamente dei giovani se ne parla in senso critico, raccontando solo episodi negativi ma questo non corrisponde alla realtà dei fatti”.

"Il Movimento Shalom - specificano dalla onlus - è un osservatorio privilegiato perché molti giovani partecipano allo spirito e alle attività del Movimento, vivendo con gioia e libertà gli ideali più alti. Una boccata di refrigerio in questa calura, non solo climatica, che contrasta e si oppone agli episodi di razzismo, intrisi di violenza e disprezzo, emersi soprattutto in questo ultimo periodo".

“Tutto questo – chiosa don Andrea - segna il rischio di una deriva oscurantista, di una regressione di oltre mezzo secolo sulle conquiste civili e umane almeno per quanto riguarda il nostro paese”.

(foto da FB: Movimento Shalom onlus)



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità