Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:20 METEO:SAN MINIATO9°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
lunedì 30 gennaio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Messina Denaro, in auto in paese due giorni prima dell'arresto

Politica lunedì 17 marzo 2014 ore 15:42

Quagliariello (Ncd): "Siamo un centrodestra che sta sul territorio e parla con i militanti"

Il senatore del Nuovo centrodestra, durante una visita in Toscana, ha fatto tappa a Villa Sonnino dove ha incontrato i candidati alle amministrative



SAN MINIATO — Ad accompagnare il senatore Gaetano Quagliariello, coordinatore nazionale del Nuovo centrodestra, durante il suo tour toscano in vista delle amministrative del 25 maggio, c'era il capogruppo in consiglio regionale Alberto Magnolfi. "Stiamo facendo un intenso giro della Toscana per dimostrare che ci siamo - ha esordito il capogruppo in consiglio regionale -. Ci rivolgiamo al grande popolo dei moderati portando idee nuove. Il vecchio ce lo portiamo nel cuore, ma adesso la situazione è cambiata e noi dobbiamo prenderne atto. Abbiamo la volontà di affermare questo partito e intendiamo farlo con un atteggiamento 'rivoluzionario' verso le istituzioni".

"Credo che la Toscana sia la riprova della necessità di avere un nuovo centrodestra - ha dichiarato il senatore Quagliariello -. Già dieci anni fa qui l'egemonia del centrosinistra si stava sgretolando, ma adesso anche la 'Toscana bianca' ha cambiato colore, sintomo del fatto che il vecchio centrodestra ha fallito. Il movimento di rinnovamento della sinistra parte proprio da qui, da Firenze; perciò noi dobbiamo metterci in discussione provando a contrastarli mettendo in piedi un nuovo centrodestra. Noi dobbiamo creare un nuovo partito, facendo una sperimentazione - continua -. Siamo al riparo da qualsiasi finanziamento pubblico e ciò che vogliamo è avere un bipartitismo, non un monopartitismo perfetto. Occorre avere nuovi volti e rivolgersi a nuova gente".

E parla di quanto il Ncd ha già messo in piedi a livello nazionale. "Basti pensare al decreto casa, agli interventi sul lavoro per smontare le rigidità della legge Fornero, agli interventi sulle tasse, infatti è la prima volta che il sindacato accetta la riduzione della spesa - prosegue il senatore -. Adesso dobbiamo pensare ai lavoratori autonomi, alle partite Iva e a tutti quegli interventi su famiglie ed istruzione, il nostro futuro. Vogliamo un centrodestra che sta sul territorio, che parla con i militanti e che faccia elezioni democratiche". L'11, 12 e 13 aprile ci sarà l'assemblea fondativa e la stesura dello statuto del Ncd dopodiché cominceranno i congressi "perché vogliamo una classe dirigente selezionata democraticamente".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ecco le opportunità proposte dai Centri Impiego di Pisa e provincia, lavori a tempo indeterminato e determinato ed apprendistato
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità