Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:15 METEO:SAN MINIATO15°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
martedì 05 marzo 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il raduno dei tifosi della Lazio nella birreria cara a Hitler e i cori: «Duce, Duce»

Attualità lunedì 04 dicembre 2023 ore 11:00

"FiPiLi arteria importante, resti gratuita"

Sbragia (Forza Italia) annuncia una mozione contro l'introduzione del pedaggio per i tir: "Strada necessaria alla vita economica della regione"



PISA — Continua a far discutere l'ipotesi di pedaggio per i tir che transitano sulla Strada di grande comunicazione Firenze-Pisa-Livorno: in Consiglio provinciale è stata presentata una mozione per chiedere alla Regione di mantenere gratuita l'arteria. Ad annunciarlo è il consigliere Roberto Sbragia di Forza Italia

“La strada di Grande Comunicazione Firenze Pisa Livorno - si legge in una nota a firma del consigliere Sbragia - collega importantissimi centri nevralgici toscani, dal primario Aeroporto Toscano di Pisa, al primario Porto di Livorno, a nuclei produttivi conciari e manifatturieri come Santa Croce e di smistamento come Lavoria ed è arteria fondamentale per lo sviluppo ed il lavoro delle comunità toscane intere e collega tre capoluoghi di Provincia di cui uno è di Regione. La Fi-Pi-Li non dovrebbe essere considerata una arteria stradale da cui incassare risorse, ma bensì una arteria produttiva necessaria alla vita economica della nostra regione, uno dei più importanti centri nevralgici del trasporto e del collegamento toscano da cui transitano, merci, mezzi, persone, economia e lavoro. In un momento economico come quello che stiamo vivendo le realtà produttive toscane necessitano di ogni supporto logistico e non di ulteriore tassazione nel transito delle loro merci. I costi ulteriori che le aziende che si servono della Fi-Pi-Li dovranno sostenere in caso di pedaggio potrebbero provocare una minor competitività, una perdita di posti di lavoro, un aumento dei costo delle merci finali e soprattutto la possibile scelta del transito da strade secondarie che attraversano centri abitati da parte dei mezzi pesanti, per evitare i pedaggi stradali, specie nelle piccole e medie percorrenze. Sarebbe più semplice far passare un cammello da una cruna di un ago che quei Tir dalle strade strette dei paesi toscani, direbbe qualcuno”.

“Per questi motivi - conclude Sbragia- abbiamo presentato come consiglieri provinciali una mozione in Provincia di Pisa per chiedere alla Regione Toscana di mantenere gratuita tale arteria stradale, con la richiesta che la nostra mozione sia inviata a tutti i comuni e le Province la cui economia dipende anche dalla libera circolazione delle merci sulla Fi-Pi-Li affinché tutte le popolazioni interessate possano esprimere, tramite i propri rappresentati, le loro democratiche posizioni”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il progetto del Sistema Museale del Valdarno di Sotto ha portato i ragazzi e le ragazze di due strutture del Comprensorio a visitare "la chiocciola"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità