QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
SAN MINIATO
Oggi -2°13° 
Domani -5°9° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
lunedì 10 dicembre 2018

Cronaca lunedì 31 marzo 2014 ore 17:00

Gabbanini presenta il bilancio da sindaco e lancia la sfida al "project"

La giunta di San Miniato

Mercoledì la presentazione pubblica a Ponte a Egola. Intanto il primo cittadino fa una scommessa: "entro fine mandato, fuori dal project"



SAN MINIATO — Cinque anni vissuti intensamente. Potrebbe essere questo lo slogan che riassume il bilancio di fine mandato riassunto questa mattina dal sindaco di San Miniato, Vittorio Gabbanini. Numerosi, infatti gli obiettivi centrati e riassunti in un documento che, insieme ad un video, va a coglierne gli essenziali. Ma oltre agli obiettivi centrati, il primo cittadino, a sorpresa, ha dichiarato di "voler uscire dal project financing entro la fine del mandato. E' un cappio al collo del Comune che non dobbiamo più tenere".


Tornando agli obiettivi centrati, invece, c'è sicuramente la riduzione della tempistica per il rilascio di una pratica edilizia: dai 300 giorni che occorrevano nel 2009, si è passati ai 65 di oggi. Da rilevare anche la riduzione delle spese del personale: dagli 310mila euro spesi cinque anni fa, si è passati a 123mila, con il maxi taglio ai dirigenti. I servizi, invece, hanno visto un increemento di 135mila euro, in termini di investimenti, mentre l'indebitamento per i mutui è sceso dai 20 milioni di euro agli 11 milioni. "Il debito pro capite è passato dai 710 euro del 2009 ai 422 euro del 2013 - spiega Gabbanini -. I soldi vanno presi dove ci sono, non dobbiamo accendere altri mutui".

“Attraverso il bilancio di mandato - ha detto il sindaco -, il singolo cittadino deve potersi fare un’idea in che modo l’amministrazione ha risposto agli impegni presi all’inizio del mandato e progressivamente di anno in anno. Il percorso di redazione del bilancio - ha proseguito il sindaco -, è iniziato con la progettazione di un percorso coerente che coinvolgesse assessori e dirigenti. Sono stati organizzati incontri per la programmazione dell’attività, la distribuzione dei compiti e la verifica dell’avanzamento del lavoro - conclude -. E' stata utilizzata la metafora del 'Comune amico' attraverso la quale quanto realizzato è stato considerato riguardo ad aspetti riconducibili a caratteristiche quali la trasparenza, l’accessibilità, l’attenzione”.

La presentazione pubblica è in programma mercoledì 2 aprile alle 21.15 nella Sala Kangaroo a Ponte a Egola.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Sport

Attualità

Attualità