Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:50 METEO:SAN MINIATO20°35°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
mercoledì 06 luglio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Rocco Morabito, chi è l'ambasciatore «nobile» della ‘ndrangheta

Attualità martedì 14 luglio 2015 ore 18:20

"Va riaperto l'Ufficio del Giudice di Pace"

Ramello, Masini, Bagnai e Testai di Forza Italia intervengono sul ripristino in città della sede decentrata e puntano il dito sull'Unione



EMPOLI — "Forza Italia ha sempre sostenuto la necessità del mantenimento dell'ufficio giudiziario in città e per quanto nelle nostre possibilità ci siamo attivati ed espressi da tempo in tal senso tant’è, che ad esempio a novembre 2014 era già stata presentata proprio una interrogazione all'Unione dei Comuni a riguardo".

Così in una nota congiunta Sabrina Ramello (coordinatore Gruppo Forza Italia Fucecchio), Lucia Masini (consigliere comunale gruppo FI Certaldo e consigliere Unione Comuni Circondario dell’Empolese Valdelsa), Daniele Bagnai (capogruppo FI in consiglio comunale a Montelupo) e Simone Testai (capogruppo FI in consiglio comunale a Fucecchio).

"Il 14 novembre 2014 - si continua - il consigliere Lucia Masini del gruppo Forza Italia inoltrò per l’appunto Interrogazione a risposta orale su Attivazione di una sede decentrata dell’Ufficio del Giudice di Pace a Empoli alla quale venne data risposta nella seduta del consiglio dell’unione dei comuni circondario dell’empolese valdelsa del 29 novembre scorso. In quella sede, il sindaco delegato Falorni informò l’assemblea che la Giunta aveva dato mandato al sindaco Barnini, come presidente dell’Unione, di mettere in campo le procedure necessarie per richiedere sede decentrata dell’Ufficio del Giudice di Pace a Empoli".

"Dalla nostra interrogazione son trascorsi 8 mesi, viene spontaneo pensare che la volontà politica sia stata maturata in extremis da parte della maggioranza di governo valdelsano e che la sede si/ la sede no sia il banco di prova dell’esistenza o meno dell’Ente Unione dei Comuni. In merito alla imminente scadenza del 30 luglio per la presentazione della domanda al Ministero di Giustizia, nel sottolineare che una questione così rilevante e delicata non avrebbe dovuto essere trattata dall'Unione con margini così ristretti di tempo, si auspica la piena adesione da parte di tutti i comuni nella piena consapevolezza che la riapertura dell'Ufficio del Giudice di pace, oltre ad essere un servizio fondamentale per tutti i cittadini, può rappresentare, oltre che una opportunità economica per il territorio, anche una inversione di tendenza rispetto allo svuotamento di servizi e funzioni di una città importante come Empoli dei quali ormai si assiste da anni".

"Ciò che ci preme, non è tanto la paternità di aver posto per primi l’attenzione sulla possibilità e l’importanza di tornare ad avere una sede del Giudice di Pace nell’empolese valdelsa quanto piuttosto il fatto che l'opposizione di centro destra si è adoperata per il ripristino di un servizio che recherà notevoli economie di gestione non solo agli utenti ma anche ai comuni (basti pensare ai minori oneri derivanti dall'inviare la polizia municipale per le udienze a Empoli anziché a Firenze). Le risorse finanziarie impiegate per la riapertura dell'ufficio del GDP, concludono gli esponenti di FI, rappresentano, una volta tanto, un modo corretto di impiego della spesa pubblica e che gli enti locali, làddove sono chiamati a finanziare servizi ai cittadini dovrebbero sempre e comunque mirare a spesa di qualità. Non per ultimo un ringraziamento all’Associazione degli Avvocati della Valdelsa che con il loro operato hanno a nostro avviso dato un contributo sostanziale per il buon esito che auspichiamo abbia questa vicenda. Con preghiera di pubblicazione"


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I contagi da Covid tornano sopra quota 100 nel bollettino di oggi, martedì 5 Luglio. Aumenti considerevoli anche nelle Province di Pisa e Firenze
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Ciro Vestita

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità