Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:15 METEO:SAN MINIATO13°  QuiNews.net
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
sabato 10 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Principe Filippo, colpi a salve di cannone in tutto il Regno Unito

Sport mercoledì 27 maggio 2015 ore 17:55

Da San Miniato a Berlino per il Triplete

Lo Juventus club San Miniato Basso Alessandro Del Piero

Lo Juventus club Del Piero in partenza dal Cuoio per seguire in Germania la finale tra Bianconeri e Barcellona. Il racconto di un anno da tifosi



SAN MINIATO — Otto fortunatissimi tifosi bianconeri partiranno per la Germania da San Miniato Basso. Giorno della partenza sabato 6 giugno. Obiettivo Juventus Barcellona, finale di Uefa Champions League.

Forse a Sandro Caponi e Alberto Bianucci sarebbe piaciuto vedere anche Alessandro Del Piero a Berlino, il prossimo 6 giugno, ma non in tribuna. In campo con la sua maglia numero 10.

Ma lo Juventus club Alessandro Del Piero di San Miniato basso è pronto per la finale di Champions League che vedrà la squadra di Allegri giocare contro la corazzata Barcellona dei vari Messi, Neymar e Suarez.

Insieme al presidente Caponi e al vice Bianucci partiranno dal comprensorio del Cuoio altre sei persone, quattro della zona più una di Perugia e una di Pontedera. Otto su circa seicento soci iscritti al club: “Abbiamo avuto tantissime richieste per i biglietti di Berlino” spiega Caponi.

All'inizio dell'anno nessuno si aspettava di arrivare a giugno con i bianconeri in finale, l'addio di Conte, anzi, aveva creato un certo allarmismo e l'arrivo di Allegri non aveva portato le garanzie necessarie: “I primi giorni eravamo dispiaciuti per l'addio di Conte – racconta il presidente Sandro Caponi - ma gli uomini vanno, la maglia resta, adesso possiamo dire che è stato meglio cosi. Non sapevamo che tipo di stagione ci aspettava ma Allegri ha fatto un ottimo lavoro e ora speriamo di completare l'opera a Berlino”.

Dieci mesi dopo infatti tutto è cambiato: Juve scudettata, Juve vincitrice della Coppa Italia e Juve pronta a lottare per il Triplete: “Siamo andati anche a Monaco e Madrid – racconta Caponi – per la semifinale siamo partiti da Milano Malpensa alle 10,30 con arrivo nel centro di Madrid alle 13.30. La città era colorata di bianconero: sono arrivati diversi charter che hanno riempito il centro della capitale spagnola di tifosi juventini. Abbiamo girato per il centro a bere birra riuscendo a trasformare una cerveceria (birreria) in un bar per soli tifosi bianconeri, dove si cantava e si rideva. Alle 18 ci siamo ritrovati per andare al Bernabeu dove, come sapete, abbiamo passato una serata semplicemente fantastica. Fino alla fine forza Juventus!”.

L'entusiasmo adesso è tanto così come i tifosi a strisce bianconere che affolleranno Berlino: “Saremo in 19mila, come quelli del Barça, la Uefa ha dato lo stesso quantitativo di ticket a entrambe le società”.

I riti scaramantici nel calcio sono all'ordine del giorno, anche Caponi ne ha uno ed esce fuori quando gli chiediamo un pronostico sulla finale: “L'ho fatto e scritto su un bigliettino... come sempre per scaramanzia lo tirerò fuori dal cassetto dopo la partita”.

Nella fotogallery tante immagini che ripercorrono, a braccetto, la storia della Juve e del club di Caponi e Bianucci.

René Pierotti
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'uomo, di origini napoletane, era molto conosciuto nel comprensorio del cuoio dove viveva, e in Valdera. Aveva un'attività a Peccioli
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Politica

Attualità