QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
SAN MINIATO
Oggi 16°21° 
Domani 16°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
lunedì 14 ottobre 2019

Attualità giovedì 30 ottobre 2014 ore 17:00

Buoni lavoro a favore di soggetti svantaggiati

Un progetto sperimentale tra Comune e Sds nell'interesse del sociale e del collettivo. A novembre uscirà il bando e a dicembre la graduatoria



CASTELFRANCO — Buoni lavoro o vaucher a favore dei soggetti più deboli. E' questo il nuovo progetto messo in campo dal Comune di Castelfranco di Sotto, in collaborazione con la Società della Salute del Valdarno Inferiore, con il quale è stato firmato un protocollo d'intesa per la gestione tecnica e organizzativa del percorso. 

"Abbiamo stanziato nel bilancio 2014 un fondo di 8 mila euro per la realizzazione di questo progetto - spiega il sindaco Gabriele Toti - che ha una doppia valenza da una parte copre le esigenze del Comune che necessita di figure che si occupino della manutenzione e dall'altra darà un sostegno anche se piccolo ai soggetti disoccupati". 

I soggetti scelti saranno impegnati in attività che avranno come riferimento "la cura della comunità" tra cui la manutenzione e la pulizia di giardini, parchi pubblici, edifici e strade. "La Sds si occuperà della parte burocratica e amministrativa del progetto, dal bando a tutta la documentazione necessaria - spiega il vicesindaco Lida Merola - mentre noi come Comune ci occuperemo di organizzare il lavoro e di testare i soggetti in un periodo di prova".

Ad ogni soggetto verrà assegnato un  pacchetto orario (annuale) che non superi le 50 ore lavorative per un totale di 500 euro. Saranno selezionate al massimo 16 persone, che al momento della domanda dovranno appartenere ad una delle seguenti categorie: inoccupati; disoccupati senza indennità; in mobilità senza indennità; percettori di prestazioni integrative del salario o sostegno del reddito. La selezione verrà fatta anche in base ad altri criteri,tra cui l'esperienze lavorative precedenti, il reddito (ISEE), l'età e la situazione familiare. Le domande verranno valutate da una commissione tecnica composta da due rappresentanti dell'amministrazione comunale e un rappresentante della Società della Salute del Valdarno Inferiore. 

Il progetto prevede l'istituzione di un bando che uscirà entro il 10 novembre e sarà valido fino al 30 novembre. A dicembre verrà fatta una selezione delle richieste e prima della fine dell'anno sarà istituita una graduatoria che da gennaio - febbraio 2015 entrerà in funzione. 

"Siamo il primo comune del Cuoio che si avventura in questo progetto insieme alla Società della Salute - spiega l'assessore alle politiche sociali Antonio Bertoncini - e lo facciamo con un doppio obiettivo, sostenere le famiglie in difficoltà e coprire le esigenze dell'amministrazione comunale là dove c'è carenza di risorse; ci auspichiamo quindi di riscuotere un esito positivo da questa nuova esperienza e di dare il nostro sostegno alla comunità". 


© Riproduzione riservata



Tag

Quota 100, Salvini: «Se la aboliscono per tornare alla legge Fornero, ci barrichiamo in Parlamento»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità