QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
SAN MINIATO
Oggi 17°23° 
Domani 15°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
lunedì 30 maggio 2016

Attualità martedì 26 gennaio 2016 ore 12:14

Gli studenti del Cattaneo non dimenticano

L'istituto aderisce alla giornata della memoria con una serie di iniziative. Proiezione di un documentario e poi letture ad alta voce

SAN MINIATO — In occasione del Giorno della Memoria, le ragazze e i ragazzi del Cattaneo saranno coinvolti in un una serie di iniziative volte a far riflettere sugli importanti valori di pace, solidarietà e fratellanza. Mercoledì 27 gennaio 2016, alcune classi del Biennio assisteranno alla proiezione del documentario prodotto da La Conchiglia di Santiago Quando Gori andò a scuola, alla cui realizzazione hanno partecipato, come protagonisti, gli studenti della classe 2ap dell’Istituto, diretti da Andrea Mancini e Chiara Caruso.

Il documentario nasce sulla scia dello spettacolo Morrò senza vivere un momento e fa parte di un progetto finalizzato alla realizzazione di un film biografico su Giuseppe Gori, la cui vita viene messa in relazione a quella dei ragazzi che vi hanno partecipato. Giuseppe Gori, figura di militante antifascista, ha perso la vita perseguendo un’ideale di pace: coinvolgere i ragazzi delle scuole del territorio, oggi fortemente caratterizzato dalla convivenza di differenti identità culturali, può servire a far sì che non si ripetano le atrocità del passato.

Il documentario sarà introdotto dallo stesso Andrea Mancini e dal Comitato Gori, associazione impegnata nel tenere viva la memoria del calzolaio cigolese morto nel 1945. Sempre nella giornata di mercoledì 27, ragazzi di alcune classi quinte parteciperanno, con i propri insegnanti, alla manifestazione regionale per la ricorrenza che si svolgerà al Mandelaforum di Firenze. Il programma proseguirà giovedì 4 febbraio, quando altri studenti della scuola incontreranno Laura Geloni, vicepresidente della sezione pisana dell’Aned e figlia di Italo Geloni, prigioniero politico che ha dedicato l’intera vita a raccontare le vicende della sua drammatica esperienza, perché i giovani non dimenticassero l’orrore delle deportazioni e proseguissero nell’impegno a favore dei diritti civili.

Infine, nell’arco della settimana, all’interno del progetto di promozione alla lettura condotto dalla Biblioteca dell’Istituto, si svolgeranno alcune letture ad alta voce, sempre sul tema della memoria.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità