QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
SAN MINIATO
Oggi 15° 
Domani 18° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
lunedì 23 ottobre 2017

Attualità lunedì 10 luglio 2017 ore 11:32

Migranti, Fi vuole un consiglio comunale aperto

La richiesta di Testai e Ramello: "Arrivi? Ne ha discusso un circolo ristretto di persone, inaccettabile. La cooperativa ha scavalcato il Comune"

FUCECCHIO — Un consiglio comunale aperto per parlare dei migranti. La richiesta è arrivata al Comune da parte del capogruppo e della coordinatrice comunale di Forza Italia Simone Testai e Sabrina Ramello.

"Il 3 luglio - hanno esordito i due - il sindaco di Fucecchio ha presieduto nel Palazzo Comunale una riunione, riservata ai commercianti del Ccn ed ai proprietari degli immobili limitrofi, per trattare della prossimo arrivo di richiedenti asilo che verranno alloggiati in un immobile del centro cittadino. La riunione si è svolta alla presenza della cooperativa interessata la quale avrebbe acquistato l’edificio per l’accoglienza dei rifugiati. Forza Italia ritiene che non sia accettabile e non democratico che una questione così importante e delicata venga trattata da un circolo ristretto di persone, con esclusione dei cittadini di Fucecchio e di tutte le forze politiche presenti in Consiglio Comunale".

"Per questo motivo - hanno ripreso Testai e Ramello - il gruppo consiliare FI chiederà sulla questione un Consiglio Comunale aperto a tutta la cittadinanza poiché è giusto che tutti i cittadini possano partecipare ad una assemblea sull’argomento ed apprendere le notizie relative direttamente dall’amministrazione comunale. Come gruppo consiliare FI sta inoltre lavorando alla redazione di documenti consiliari, per avere chiarimenti in merito alla accoglienza ed alla gestione dei migranti già presenti e in arrivo sul territorio cittadino".

"Al di la dell'accoglienza in sé stessa - hanno chiarito - da offrire esclusivamente ai veri rifugiati politici, ci pare evidente l'incapacità dell'amministrazione locale di gestire sul territorio comunale questa situazione, visto che per sua stessa ammissione si è fatta scavalcare dalla cooperativa di turno, che addirittura ha trattato direttamente con la prefettura e acquistato immobili in Corso Matteotti da destinare a tal scopo senza che l'amministrazione ne sapesse niente ( infatti a detta del sindaco l'amministrazione non era stata informata dalla prefettura, cosa che se risultasse vera, è di una gravità assoluta); l’acquisto dell’immobile rende evidente che questo fenomeno non è a carattere transitorio, ma destinato a prolungarsi nel tempo e addirittura ad aggravarsi".

Forza Italia ha poi elencato una serie di numeri: "Da dati certi, la Prefettura ha reperito sul territorio comunale 92 posti e ne prevede addirittura 135, dati che vanno ben oltre il limite previsto dalla normativa nazionale che prevede 2,5 profughi ogni 1000 abitanti, e di tutto questo il sindaco e la giunta tengono all'oscuro i fucecchiesi. In un momento di così grave crisi economica e sociale, un'accoglienza così indisciplinata e non programmata e concordata con le amministrazioni locali, rischia di generare fenomeni di tensione nella cittadinanza, che si vede sempre più strangolare da tasse e tributi per le quali non vedono ritorni in servizi mentre non viene messa in discussione la devoluzione di risorse pubbliche a favore di profughi o presunti tali, vista la bassa incidenza di coloro a cui effettivamente viene riconosciuto lo status di rifugiato".

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Politica