QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
SAN MINIATO
Oggi 20°27° 
Domani 21°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
domenica 24 luglio 2016

Politica lunedì 18 gennaio 2016 ore 12:30

"Sul servizio civile il sindaco faccia chiarezza"

Il Pd di Santa Maria a Monte attacca ancora il primo cittadino sulla questione dei volontari impiegati in progetti fuori dal bando

SANTA MARIA A MONTE — "Il sindaco Parrella dichiara che le notizie uscite sul servizio civile sono state riportate in maniera parziale e inesatta. Invitiamo il sindaco a comunicare tali notizie nella sua interezza visto che ,come spesso dichiara, per lei la trasparenza è importante". Il Pd di Santa Maria a Monte attacca ancora il primo cittadino Ilaria Parrella sulla vicenda dei volontari del servizio civile che sarebbero stato impiegati dal municipio in progetti al di fuori del bando, svista che sarebbe costata una multa al Comune.

"Da quanto scrive - si interrogano dal Pd -, sembra che non sia accaduto niente. I quattro ragazzi del servizio civile stanno continuando il loro servizio oppure no? Se non sono al loro posto il sindaco ha il diritto di informare tutti i cittadini e spiegare le ragioni del loro allontanamento".

"Ci risulta - aggiungono i democratici -, dopo aver regolarmente fatto una richiesta di accesso agli atti, che in Comune siano venuti degli ispettori del ministero. Il sindaco renda noto il motivo della loro ispezione e quanto emerso. Oppure ha dei motivi per nascondere tutto questo? Gli addetti del dipartimento della gioventù hanno constatato oppure no che i ragazzi erano impiegati in attività non previste dal progetto? Se così fosse di chi è la colpa e soprattutto come mai il sindaco non ne sapeva niente? Forse il sindaco non conosce la macchina organizzativa del comune? Dispiace che i ragazzi siano stati privati della possibilità di compiere un percorso formativo e di crescita. Ci risulta difficile pensare che il sindaco non fosse a conoscenza del ruolo occupato dai ragazzi in comune, se così fosse sarebbe ancora più grave. Quello che ci amareggia ancora di più è che questi ragazzi abbiano subito un danno morale per la mancata opportunità di formazione ed esperienza, oltre che economico, tanto più in un momento così drammatico per le nuove generazioni che vivono grandi difficoltà nel approcciarsi al mondo del lavoro e fare esperienze in ogni caso i cittadini hanno bisogno di conoscere la verità".

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità