QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
SAN MINIATO
Oggi 13°21° 
Domani 17°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
lunedì 30 maggio 2016

Attualità giovedì 03 marzo 2016 ore 12:30

Un anno di Tavolo delle associazioni

Municipio di Santa Croce

L'organismo, che riunisce ormai 14 enti di volontariato, ha approvato un documento che ne regola il funzionamento

SANTA CROCE — Compie un anno, si amplia e si costituisce formalmente, approvando un documento che ne regola il funzionamento. Stiamo parlando del Tavolo comunale delle associazioni di volontariato di Santa Croce sull'Arno, nato nel marzo dello scorso anno da un progetto del Comune.

Il tavolo è oggi costituito da 14 associazioni, che, a vario titolo, operano nel nostro territorio in ambito sociale e che hanno già condiviso e realizzato diverse iniziative, organizzando manifestazioni che hanno coinvolto positivamente la cittadinanza.

Le associazioni che ad oggi compongono il tavolo operano nel campo della donazione, dell'assistenza, del disagio, della marginalità, della disabilità, della terza età, dell'associazionismo straniero, dell'intercultura. Sono Arturo, Auser, Avis Staffoli, Caritas, Cossan, Famiglie H, Fratres, L'Approdo, Misericordia, Muovi, Nour, Pubblica Assistenza, Querce di Mamre, Unitalsi.

“Abbiamo sollecitato e condiviso con le associazioni questa ulteriore definizione del ruolo che sta svolgendo il nostro Tavolo delle associazioni perché questa bella realtà, che è nata da un progetto dell'amministrazione e che opera da un anno nel Comune, ha ormai superato positivamente la fase sperimentale - ha commentato l'assessore Carla Zucchi - e sta concretizzando nei fatti la propria mission, che è quella di mettere in relazione e in collaborazione tutte quelle forze che lavorano per la coesione sociale, svolgendo un compito prezioso e sempre più necessario in un momento di fragilità sociale come quello attuale".

I questo primo anno di vita le associazioni si sono incontrate, confrontate e progettato insieme alla commissione comunale della coesione sociale.

“Ringrazio le associazioni del territorio - ha aggiunto il sindaco Giulia Deidda -, che hanno dimostrato fin da subito partecipazione e coinvolgimento nel nostro progetto; esse rivestono un ruolo fondamentale nella conduzione e nella gestione dei servizi socio-sanitari, hanno il ruolo di rilevatori di bisogni della cittadinanza in collaborazione con i servizi pubblici e offrono un importante contributo nel campo della progettazione. Sono certa che questa esperienza proseguirà con sempre maggiore incisività anche nell'ottica della diffusione di una reale cultura della solidarietà”.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Cronaca

Attualità