QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
SAN MINIATO
Oggi -2°0° 
Domani -4°5° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
lunedì 18 dicembre 2017

Attualità mercoledì 06 dicembre 2017 ore 15:27

"Aziende come queste devono essere chiuse"

L'Assoconciatori condanna duramente la violenza denunciata alla Cgil da due lavoratori, da loro subita dopo aver richiesto la paga in conceria

SANTA CROCE SULL'ARNO — La denuncia raccolta e resa nota dalla Cgil continua a suscitare indignazione e condanne. Che due lavoratori di Santa Croce siano stati aggrediti da sei persone, dopo che avevano chiesto il salario spettante loro all'azienda conciaria di Castelfranco per cui lavoravano, è assolutamente inaccettabile.

Di seguito la nota diramata ieri dall'Assoconciatori.

"L’ Associazione Conciatori esprime la sua totale condanna verso chi ha compiuto gli episodi di violenza, percosse e intimidazioni, che sono stati denunciati oggi da alcuni lavoratori del distretto. Sembra che questi soggetti, pur sotto il nome di aziende diverse, siano gli stessi autori di analoghi episodi del passato. E’ incredibile che al giorno d’oggi non si riesca ad impedire che certi personaggi continuino imperterriti a chiudere e a riaprire aziende operando esclusivamente nella illegalità. Aziende come queste devono essere chiuse. L’attività di controllo sul lavoro, pur continuando anche sulle aziende sane costantemente oggetto di verifiche, dovrebbe concentrarsi di più su questo tipo di realtà.

Situazioni come quelle emerse dai fatti denunciati oggi possono esistere solamente se ci sono imprenditori che danno lavoro a queste aziende: se ne servono per ridurre i costi ed è una vergogna perché creano danni alle imprese che operano nel rispetto delle regole. L’Associazione Conciatori condanna non solo questi episodi, ma anche il comportamento di questi imprenditori e si impegna a trovare il sistema per escludere le loro aziende dai servizi consortili.

L’Associazione Conciatori esprime vicinanza ai lavoratori che sono stati oggetto degli atti di violenza ed è pienamente disponibile a collaborare con loro, con i rappresentanti dei lavoratori, delle istituzioni e di tutte le categorie di imprenditori del distretto per emarginare qualsiasi forma di violenza e di mancato rispetto delle regole e della legalità".

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cultura

Attualità

Attualità

Cronaca