QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
SAN MINIATO
Oggi 17°30° 
Domani 16°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
martedì 17 luglio 2018

Attualità martedì 10 aprile 2018 ore 14:20

Cuoio di Toscana in cattedra a La Sapienza

Il consorzio di Santa Croce e Ponte a Egola sarà protagonista di un seminario all'interno del master in comunicazione della moda e Made in Italy



SANTA CROCE — Cuoio di Toscana al centro di un seminario formativo del Master in Teoria e Strategie della Moda: Comunicazione, eventi e valorizzazione culturale della moda e del Made in Italy all'Università di Roma La Sapienza.

Giovedì 12 aprile alle 17 il Consorzio interverrà all’VIII edizione del ciclo di incontri “I professionisti della moda”, raccontando l’arte della lavorazione di Cuoio di Toscana, i plus dei molteplici utilizzi nelle calzature in termini di stile, benessere e sostenibilità, la promozione del brand nel mondo, anche attraverso strategie comunicative innovative. Introdurrà l'incontro il prof. Andrea Carteny, Direttore del Master in Teoria e Strategie della Moda, modererà la professoressa Fabiana Giacomotti, direttore scientifico incaricato del Master e curatrice fin dalla fondazione del ciclo di seminari, a cui partecipano da sempre i massimi rappresentanti del sistema italiano della moda e della sua filiera. Parteciperanno all’incontro gli studenti del Corso di Laurea Magistrale in Scienze della Moda e del Costume, erogato da due anni in lingua inglese, al quale sono attualmente iscritti oltre ottanta studenti provenienti da venti nazioni.

La formazione in ambito tecnico e professionale è infatti parte integrante della mission di Cuoio di Toscana, consorzio leader nella produzione di cuoio da suola, con quote di mercato pari al 98% di quello italiano e oltre l’80% di quello europeo: l’incontro a La Sapienza – che si terrà in lingua italiana e in inglese - approfondirà in particolare le tecniche artigianalidi lavorazione e la concia lenta in vasca, che determinano la qualità superiore del prodotto e il suo posizionamento all’interno del comparto moda. Particolare attenzione sarà inoltre dedicata alle tecniche innovative, tecnologiche e stilistiche introdotte nella produzione delle calzature, attraverso la presentazione di prototipi e componenti.

Un focus sarà infine dedicato alla strategia di comunicazione di Cuoio di Toscana e in particolare allo strumento cinematografico adottato negli ultimi anni dal Consorzio, scelta coraggiosa ed estremamente versatile, che ha permesso a Cuoio di Toscana di promuovere la manifattura toscana nel mondo, parlando attraverso canali diversi e raggiungendo target differenziati.

Due i fashion movie realizzati negli ultimi anni dal Consorzio, “Niente per caso”, per la regia di Marco della Fonte, e “Cinque”, per la regia del collettivo To Guys, entrambi nati da un’idea di Michele Pecchioli di Aria Adv, con protagonista l’attrice Caterina Murino e altri testimonial della creatività italiana nel mondo. I film sono stati presentati durante i principali festival cinematografici (Festa del Cinema di Roma, Moscow International Film Festival, Mostra Internazionale d’Arte del Cinema di Venezia) e in occasione delle principali fashion week e fiere di settore (India Fashion Week, Pechino Fashion Week, LINEAPELLE Londra, New York e Milano, Pitti Immagine), ricevendo premi e riconoscimenti a livello internazionale. Un successo che si è propagato sul web, attraverso centinaia di condivisioni e migliaia di visualizzazioni.

Cuoio di Toscana si inserisce così in un palinsesto di attori incaricati di formare i futuri manager nel marketing, comunicatori, organizzatori e curatori di eventi moda, all’interno di un percorso di studio al tempo stesso innovativo e approfondito su temi nei quali la Sapienza vanta una competenza specifica, tra cui l'archivistica digitale, l'editoria/old e new media, la semiotica, il marketing e il branding, per i quali offre una formazione accademica e pratica, grazie all’attivazione di numerose partnership.

Cuoio di Toscana è un cuoio da suola unico ottenuto con concia lenta al vegetale, un processo antico basato sull’utilizzo di tannini naturali ricavati dal legno di castagno, mimosa e quebracho. Il marchio nasce con l’obiettivo di farsi portavoce nel mondo del distretto conciario.

Le aziende che fanno parte del brand Cuoio di Toscana sono di Santa Croce sull’Arno (Bonistalli e Stefanelli Spa) e di San Miniato, località Ponte a Egola (Gruppo Conciario CMC International Spa, Conceria Gi-Elle-Emme Spa, Cuoificio Otello, Lamonti Cuoio Spa, Conceria 3S Srl e Volpi Concerie Srl).



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Cronaca