QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
SAN MINIATO
Oggi 16°29° 
Domani 18°34° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
venerdì 26 agosto 2016

Attualità martedì 05 gennaio 2016 ore 17:15

Anno nuovo che arriva, polveri sottili che restano

Ecco i dati Arpat riguardo i livelli di Pm10 registrati dalle 32 centraline toscane. A Santa Croce la situazione sembra migliorare

SANTA CROCE — Quaranta superamenti nell'anno appena passato, di cui 14 solo nel mese di dicembre e una soglia di Pm10 che nel solo giorno del primo gennaio, forse complici i vari botti sparati in giro per San Silvestro, ha superato il limite consentito di circa 18 punti. Sono questi i numeri del 2015 e dell'inizio del 2016 riguardo i livelli delle polveri sottili raccolti da Arpat alla centralina di fondo a Santa Croce sull'Arno, nella zona della Coop.

Dopo gli sforamenti dei limiti di emissioni denunciati nelle settimane scorse e i diversi provvedimenti presi dai sindaci della zona del Cuoio per contrastarli, ecco che dai dati raccolti da Arpat, si nota come anche a Santa Croce e dintorni i livelli di Pm10, con il cambiamento delle condizioni atmosferiche, siano lievemente rientrati.

Il ritorno della pioggia e del vento che favoriscono l'abbattimento delle polveri, infatti, sembrano aver assicurato una pausa alle punte di inquinamento atmosferico registrate nelle scorse settimane.

Ma ecco i dati del mese di dicembre e dei primi giorni del nuovo anno.

Nelle 32 centraline della rete regionale di monitoraggio della qualità dell'aria in Toscana attive per la misurazione del Pm10, nel solo mese di dicembre sono stati registrati 303 superamenti del limite di 50 microgrammi al metro cubo, che hanno interessato 24 centraline, fra cui quella di Santa Croce sull'Arno che ha avuto superamenti per diversi giorni.

Dalla tabella di Arpat, il numero massimo di 35 superamenti annui del limite giornaliero per le Pm10 previsto dalla normativa, è stato superato in 5 stazioni di cui 4 di fondo compresa quella di Santa Croce, con un netto peggioramento rispetto al 2014, quando solo la stazione di LU-Capannori lo aveva superato, mentre nel 2013 era accaduto in una centralina di fondo e quattro di traffico.

Per quanto riguarda il 2016, nei primi giorni dell'anno nelle varie centraline toscane si sono registrati 14 superamenti del limite giornaliero per le Pm10. Alla centralina di fondo nel santacrocese il primo gennaio è stata toccata la punta di 68 microgrammi per metro cubo, il 2 il livello è sceso a 36 e il 3 a 9. La soglia giornaliera consentita sarebbe di 50 microgrammi al metro cubo.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità