QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
SAN MINIATO
Oggi 19°29° 
Domani 16°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
sabato 25 giugno 2016

Politica lunedì 04 gennaio 2016 ore 13:15

Senza mutui, stessi servizi: ecco il bilancio 2016

I numeri previsionali del Comune. In cantiere sconti sulla Tari, un maxi progetto di viabilità e una gara per la riscossione delle morosità

SAN MINIATO — Oltre 33 milioni e 600mila euro in previsione, di cui 6 milioni e mezzo in investimenti e manutenzioni, nessun nuovo mutuo a gravare sulle casse comunali, stessi servizi a domanda individuale e, in prospettiva, una diminuzione del 3% sulla bolletta dei rifiuti e un maxi progetto per collegare San Miniato Basso al centro storico alto con una strada e un impianto di risalita. Questi, in estrema sintesi, i numeri e i dati contenuti all'interno del bilancio di previsione del 2016 che il sindaco Vittorio Gabbanini e la sua giunta hanno approvato entro il 31 dicembre e stamattina hanno esposto alla stampa all'interno della sala consiliare.

"Chiudere il bilancio di previsione entro la fine dell'anno - ha commentato il primo cittadino - è stato un giusto obiettivo raggiunto che ci permette di avere un quadro chiaro del condizioni e anche delle prospettive del nostro Comune. Quando e se arriveranno nuove normative dal governo, saremo pronti a ritoccare il bilancio laddove è necessario".

Uno dei primi aspetti che Gabbanini ha voluto sottolineare è stata la riconferma di aver portato avanti la politica di non-accensione di nuovi mutui che, messa in pratica da circa sei anni, ha fatto risparmiare al Comune oltre 800mila euro, di cui 770mila verranno utilizzati per compensare le minori entrate extratributarie e 60mila per le agevolazioni Tari e per i vaucher lavorativi.

"L'unico mutuo che, in caso l'idea vada in porto, saremo costretti ad accendere - ha però annunciato il sindaco - sarà per il progetto che abbiamo di collegare San Miniato Basso al centro storico alto, sotto al Cencione. Il pensiero è di realizzare una viabilità di accesso al centro attraverso la realizzazione di una nuova strada, di un parcheggio e di un impianto di risalita automatico su rotaia. Del progetto - ha aggiunto Gabbanini - abbiamo dato mandato agli uffici, che lo dovrebbero confezionare per l'inizio dell'estate prossima, con l'idea poi di partire con i lavori nel 2017".

La cifra dell'investimento per tale progetto, quindi, la giunta non l'ha ancora stanziata. Considerando la portata del tipo di lavoro, certo sarà abbastanza rilevante e il sindaco Gabbanini, oltre alla quasi obbligatoria accensione di un mutuo, confida nel lavoro degli uffici per intercettare bandi e finanziamenti esterni.

Altro aspetto del bilancio che il sindaco ha voluto mettere in evidenza è stata la ferma volontà del Comune, nonostante le minori entrate extratributarie, del mantenimento degli stessi servizi a domanda individuale.

Settore sul quale, come ha confermato l'assessore Gianluca Bertini, gli uffici comunali stanno continuando il contrasto alla morosità che, nel biennio 2013-2014 si attesta intorno al milione e mezzo di euro. A cui si somma poi, una cifra identica solamente per quanto riguarda la riscossione della Tari. "Questi mancati introiti - ha chiarito Bertini - dovranno essere recuperati nel corso del prossimo anno attraverso un soggetto esterno autorizzato che verrà individuato con una gara".

Sempre per quanto riguarda la Tari, nel nuovo anno, il costo del servizio diminuirà di almeno il 3%. “Grazie all’aumento del numero dei contribuenti e alla diminuzione dei costi di smaltimento - ha spiegato l'assessore - abbiamo potuto destinare parte della posta attiva (77mila euro) all’aumento dei servizi e circa 200mila euro per l’abbattimento della tariffa”. La giunta Gabbanini ha poi confermato le riduzioni destinate alla presenza di un disabile in famiglia (- 50 euro), l'aumento dei limiti e dekle riduzioni destinate agli over 65 (100% da Isee 10500 a 11500 e 50% da Isee 13000 a 14000), mentre vengono inserite nuove riduzioni: per le aziende ricadenti nell’area Apea il 10% della quota variabile, per gli esercizi che dismetteranno le slot machine nel corso del 2016 il 50% della quota fissa e per agriturismi, B&B e case vacanza riduzione della tariffa variabile in proporzione al periodo di chiusura dichiarato in via preventiva. Il servizio domiciliare, a partire dal mese di giugno, sarà esteso anche al multimateriale.

E sui progetti ad ora in corso. "Intanto - ha concluso il sindaco Gabbanini - è giunta la conferma di 300mila euro per riqualificare l'impianto sportivo di Leporaia, di altri 410mila euro per la scuola Don Milani e sono iniziati i lavori di sistemazione di due aule all'istituto Marconi".

Anna Dainelli
© Riproduzione riservata

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cultura

Attualità

Attualità

Attualità