QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
SAN MINIATO
Oggi -3°7° 
Domani -6°3° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
lunedì 18 dicembre 2017

Attualità lunedì 20 marzo 2017 ore 17:00

Carismi, le offerte diventano vincolanti

Un'assemblea dei soci Carismi

Ricapitalizzazione della banca del cuoio: Barent's avrebbe presentato l'offerta mentre a De Bustis servirebbero ancora pochi giorni

SAN MINIATO — Barent's o cordata De Bustis, sono ancora due le trattative sul tavolo della Cassa di Risparmio di San Miniato. Le offerte vincolanti presentate o in procinto di essere presentate sono due. 

A quanto ci risulta il fondo anglo panamense Barent's avrebbe presentato la vincolante da qualche giorno mentre la cordata guidata dal banchiere romano Vincenzo De Bustis sarebbe prossima a chiudere la raccolta di capitali ed entro pochi giorni potrebbe presentarla. Diversa la posizione di Carismi, da palazzo Formichini a San Miniato fanno sapere che le due trattative sono ben avviate ma che nessuna delle due trattative è sfociata ancora (ma assicurano che avverrà a breve, entro fine mese) in un'offerta vincolante.

Per salvare la banca del cuoio, che da mesi è sotto osservazione di Bankitalia, servono tra i 160 e i 200 milioni di euro. Sia il fondo anglo panamense Barent's che la cordata guidata da Vincenzo De Bustis farebbero ricorso al fondo interbancario di garanzia. Barent's vorrebbe un centinaio milioni di euro a fondo perduto, a De Bustis e company ne servirebbero molti meno con la clausola di rientro durante il periodo di derisking.

Carismi occupa oltre 600 dipendenti in 89 filiali. Col piano di ricapitalizzazione sono previsti anche ridimensionamenti della forza lavoro. Si parla di circa cento esuberi, dipendenti che sono vicini alla pensione e potrebbero usufruire di scivoli per raggiungere, appunto, l'età pensionabile.

René Pierotti
© Riproduzione riservata

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cultura

Attualità

Attualità