QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
SAN MINIATO
Oggi 10° 
Domani -1°8° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
lunedì 05 dicembre 2016

Politica sabato 12 marzo 2016 ore 12:00

Arpat, botta e risposta fra Pd e Unione Inquilini

L'argomento della discussione è la mozione dei 5Stelle presentata durante lo scorso consiglio comunale sul numero verde Arpat per le maleodoranze

SAN MINIATO — Continua la discussione sulla proposta di attivare 24 ore su 24 un numero verde dell'Arpat per segnalare le maleodoranze

Stavolta il botta e risposta è fra il gruppo consiliare Pd di San Miniato e l'Unione Inquilini sezione Valdarno Inferiore, in merito a una mozione presentata dal Movimento 5 Stelle di San Miniato durante lo scorso consiglio comunale inerente alla stipula di una convenzione tra Comune e Arpat proprio per rendere attivo un servizio del genere.

La mozione è stata respinta dal Pd perché il gruppo "ha ritenuto che questa richiesta oltre a comportare un notevole spreco di risorse pubbliche vada ben oltre quelli che sono i compiti dell’Arpat che fra le sue attività non annovera un “pronto soccorso” ambientale, fermo restando il diritto dei cittadini di fare eventuali segnalazioni nei modi previsti", si legge in una nota.

Per il Pd sarebbe più opportuno "fare le segnalazioni 24 ore su 24 attraverso i canali della protezione civile e delle forze dell'ordine".

A detta della maggioranza, "l'impegno dell'amministrazione deve semmai favorire una più ampia diffusione del sistema di telerilevamento attraverso anche la sensibilizzazione verso quelle aziende che producono particolari emissioni ambientali".

Di idea diversa è invece l'Unione Inquilini che dice di non comprendere il termine pronto soccorso ambientale dato che Arpat svolge proprio il compito di controllo ambientale, ma anche di non condividere il notevole spreco di risorse pubbliche visto che la proposta prevedeva di partecipare con gli altri Comuni. Inoltre l'Unione Inquilini ci tiene a precisare che "non possono essere fatte segnalazioni 24 ore su 24 come viene contrariamente sostenuto, poiché ad un certa ora il servizio si interrompe come dimostrato da varie segnalazioni che abbiamo fatto, ma anche dalla stessa Arpat".

E ancora sottolinea che "in relazione poi alle autorità che si possono contattare in questi casi va chiarito che la protezione civile può essere contattata solamente dalle istituzioni e dalle forze dell'ordine e così i cittadini non posso accedere ad un simile servizio; la polizia municipale è chiusa negli orari notturni e le forze dell'ordine sono solitamente finalizzate alla repressione dei reati".

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Politica

Sport