QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
SAN MINIATO
Oggi 12°19° 
Domani 23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
giovedì 29 settembre 2016

Sport sabato 23 gennaio 2016 ore 07:00

Altra gara salvezza per la Blukart

I ragazzi dell'Etrusca domenica prossima incontrano fuori casa il Faenza e la speranza è di essere positivi come in casa

SAN MINIATO — Se è vero, come è vero, che l'Etrusca sta dando il meglio di sé in casa, non è solo tra le mura amiche che la squadra guidata da Federico Barsotti può conquistare la salvezza e garantirsi la permanenza nella terza categoria nazionale. Ecco quindi che la trasferta di domenica prossima a Faenza può rappresentare, per i ragazzi della Rocca, un'occasione per muovere la voce “vittorie esterne” e mettere così un mattoncino fondamentale nella costruzione del proprio obiettivo stagionale.

I Raggisolaris però, che condividono con l'Etrusca la nona posizione in classifica con 16 punti, saranno sicuramente un avversario ostico e scenderanno in campo tutt'altro che disposti a cedere il passo ad una diretta concorrente nella lotta per non retrocedere. Finora Faenza in casa ha ottenuto tre vittorie e cinque sconfitte, ma il dato, apparentemente negativo, è quantomai bugiardo poiché le sconfitte interne sono state tutte rimediate da formazioni che occupano la prime sei posizioni in graduatoria; Faenza risulta invece imbattuta negli scontri con le dirette concorrenti (anche se le tre vittorie sono state ottenute a spese di chi occupa gli ultimi quattro posti della classifica). Tra i faentini, che risultano essere la squadra con l'età media più alta (27 anni), l'elemento di spicco è l’ala grande Daniele Casadei, giocatore di categoria superiore arrivato da Ferrara in A2 Silver e top scorer della squadra con 15.3 punti di media, ma tutto il quintetto è composto da giocatori con esperienze in questa categoria: l’ala Federico Zambrini (a Ravenna nel 2011/12), il play Samuel Dal Fiume (a Campobasso nel 2011/12), l’ala grande Jacopo Silimbani (a Cento nel 2013/14) e la guardia Giovanni Penserini, arrivato dall’esperienza in A2 Silver con Legnano; tutti buoni tiratori dalla distanza e dalla lunetta, dove hanno in Dal Fiume il terzo miglior tiratore del girone col 91%. Oltre a loro ci sono la guardia Luigi Boero, al quarto anno a Faenza, il neo acquisto Emanuele Pini, ala, classe 95, che si sta mettendo in luce con 10 punti di media in quasi 22’ giocati, con 50 per cento da due, 38 per cento da tre e 89 per cento ai liberi e Lorenzo Benedetti, prodotto del vivaio manfredo, classe 93, sul parquet per 22 minuti di media. Il tipo di gioco che gli uomini di coach Regazzi prediligono è indubbiamente quello sul perimetro, come dimostrano i pochi tiri da due punti (30,2 di media a partita, ampiamente l'ultima squadra del girone A) e i molti tiri da tre (26,1 a partita, la seconda del raggruppamento); le percentuali al tiro di squadra sono 47 per cento da due 33 per cento da tre e 78 per cento ai liberi.

"Sarà una trasferta difficilissima, contro una delle squadri con il più alto tasso di esperienza del girone - ha commentato coach Barsotti - Faenza gioca un basket molto tattico e, se lasciata giocare ai ritmi più congeniali, può fare risultato con chiunque. Nella gara di andata giocammo un'ottima gara, rompendo tutti i giochi avversari per tutti e quaranta i minuti, cambiando il ritmo nel secondo tempo, ipotecando la gara con un vantaggio importante. Dobbiamo avere la forza di ripetere quella gara anche lontano dal Palacarismi: Casadei è il giocatore da neutralizzare, ma soprattutto sarà fondamentale disinnescare le loro conclusioni dall'arco, letali nelle partite che hanno vinto in campionato. È chiaramente una gara fondamentale in chiave salvezza e i nostri ragazzi lo sanno bene: vincere una gara come questa nel girone di ritorno assumerebbe un grande peso specifico per il nostro campionato.".

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità