QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
SAN MINIATO
Oggi 20°27° 
Domani 20°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
giovedì 25 agosto 2016

Politica lunedì 01 febbraio 2016 ore 13:00

Ancora polemiche sulla casa confiscata

Sul caso dell'abitazione in centro a Le Capanne interviene la lista d'opposizione "Progetto Insieme" con un'interpellanza alla giunta

MONTOPOLI — Fa ancora discutere la casa confiscata per infiltrazioni mafiose in centro a Le Capanne. A riprendere l'argomento è il gruppo d'opposizione Progetto Insieme con un'interpellanza al riguardo mossa alla giunta del sindaco Capecchi.

La vicenda riguarda un'abitazione in via Trento confiscata nell'aprile 2014 al boss siciliano Vincenzo Aiello.

A dicembre scorso il sindaco Capecchi e i tecnici comunali visionarono l'immobile, attualmente di proprietà dello Stato, ma in seguito inviarono anche una lettera alla Prefettura per chiederne la presa in carico in modo da utilizzare la casa per l'emergenza abitativa.

Ora, attraverso questa interpellanza, la lista di minoranza chiede aggiornamenti e approfondimenti alla giunta, ipotizzando che l'intera operazione abbia avuto "mera rilevanza propagandistica e mediatica".

In particolare, i consiglieri Damiano Carli, Maria Vanni e Giacomo Gronchi chiedono come mai sindaco e giunta "non siano passati dalla discussione in consiglio comunale circa l’argomento in questione", come "abbiano recepito il processo di bene immobile confiscato", come "abbiano predisposto con lo Stato gli atti di messa in gestione del bene al Comune, i processi di tutela dei cittadini, degli amministratori e del territorio con le forze dell’ordine competenti, il processo di acquisizione del bene immobile confiscato".

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità