QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
SAN MINIATO
Oggi 23° 
Domani 11°18° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
venerdì 20 ottobre 2017

Attualità martedì 10 ottobre 2017 ore 14:38

Studenti fucecchiesi, i più sicuri sul lavoro

I giovani, accompagnati dal sindaco Spinelli, sono stati premiati in Palazzo Vecchio a Firenze per i progetti sulla sicurezza sui luoghi lavorativi

FUCECCHIO — Nel Salone dei Cinquecento in Palazzo Vecchio a Firenze gli studenti di Fucecchio sono stati protagonisti ieri della 67esima Giornata Nazionale delle Vittime del Lavoro promossa dall’Amnil, associazione nazionale mutilati e invalidi del lavoro. 

Grazie al progetto Insieme…in sicurezza, le classi vincitrici sono salite sul palco per ricevere i premi a livello provinciale. Gli studenti sono stati accompagnati dalla professoressa Grazia Focardi, insegnante della scuola di moda dell’Istituto Superiore “A. Checchi” di Fucecchio e referente di questo importante progetto. 

L’iniziativa, che a Fucecchio ha interessato le classi delle scuole primarie e secondarie, prosegue oramai da 8 anni in collaborazione con l’Anmil, l’Inail, il Comune di Fucecchio e gli istituti scolastici cittadini. 

Alla giornata e alla cerimonia di premiazione promossa dall’Amnil provinciale di Firenze è intervenuto anche il sindaco di Fucecchio Alessio Spinelli: “Questa giornata e la bella cerimonia alla quale abbiamo partecipato – ha detto – rappresentano la meritata conclusione di un percorso che ha portato i ragazzi a impegnarsi a scuola su un tema così importante come quello della sicurezza. Ritengo sia fondamentale che si inizia a parlare di sicurezza proprio dai giovani. E’ con le nuove generazioni che potrà nascere una cultura diversa e una sempre maggiore consapevolezza dell’importanza della sicurezza e dell’uso di tutti quei dispositivi indispensabili per garantire chi lavora, ma anche per chi quotidianamente si muove sulle strade. Oggi che sono di grande attualità i progetti di alternanza scuola/lavoro sarebbe opportuno sapere se le aziende che ospitano gli studenti si adoperano per fare in modo che questi ragazzi lavorino con consapevolezza e in sicurezza. Inoltre ritengo che sarebbe veramente utile che i programmi scolastici, già a partire dalla scuola primaria, comprendessero alcune ore di lezione sul tema della sicurezza. Soltanto così potremo far in modo che in futuro non si debba leggere quotidianamente di incidenti sul lavoro”.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità