QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
SAN MINIATO
Oggi 13°27° 
Domani 18°30° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News cuoio, Cronaca, Sport, Notizie Locali cuoio
sabato 28 maggio 2016

Attualità sabato 26 marzo 2016 ore 10:00

"Stavamo provando ad aiutarlo"

Il governatore della Misericordia di Castelfranco interviene sulla vicenda del volontario finito nei guai per spaccio di droga

CASTELFRANCO — "Il ragazzo ventiduenne sorpreso dai militari della stazione locale dell'Arma dei Carabinieri è inserito all'interno della nostra associazione perché inviatoci dalle pubbliche amministrazioni con il progetto Garanzia Giovani per l'avviamento al mondo del lavoro". Questa la precisazione che il governatore della Misericordia di Castelfranco ha voluto fare in merito alla vicenda del giovane sorpreso a spacciare droga anche quando si trovava come volontario alla confraternita.

"Già in passato - ha aggiunto in una nota il presidente - era stato inviato direttamente dal tribunale di Pisa per lo svolgimento dei lavori di pubblica utilità a seguito di reati. Il ragazzo, quindi, risultava già conosciuto alle forze dell'ordine e il personale dirigente dell'associazione ne era a conoscenza. La Misericordia di Castelfranco, oltre alle opere e servizi “classici” svolti quotidianamente, si prefigge l'aiuto delle persone che hanno avuto dei problemi con la giustizia, aiutandoli con il reinserimento nella vita sociale".

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità